Shelter from the storm - Giovanni De Gennaro

EN

Hello everybody,

I am Giovanni from Brescia and I am a professional canoeist.

For years I have journeyed the world for competition and training, on my numerous travels I have encountered many cultures and have experienced some of the most beautiful rivers. 

But I have come to realize that it is not necessary to be thousands of miles away from home to be isolated and embedded in nature. 

This is Valsesia for me: a shelter in which everything stops. 

No races, victories, or defeats, just the beautiful simplicity of living in the river and mountain environment. I treasure this valley, and I try to immerse myself in it whenever my professional commitments allow.

The threat of a hydropower station on the Sorba is the umpteenth effort to defile a landscape that no one will ever return to us, Italian rivers have been sacrificed to concrete and pipelines too many times. 

It would be an unforgivable mistake to underestimate the impact that this power plant would have on the valley and the environment. 

 Let’s try to retain Valsesia as an exception and an example of the greenest of futures.

Give us a chance to keep paddling on the Sorba. Sign the petition!

Giovanni

Every signature counts, add yours

IT

Salve a tutti, 

sono Giovanni da Brescia e sono un canoista professionista.

Da diversi anni giro il mondo per competizioni ed allenamenti, nei miei numerosi viaggi ho avuto la possibilità di conoscere culture diverse e pagaiare alcuni dei fiumi più belli al mondo.

Tuttavia ho scoperto che non serve essere a migliaia di km da casa per ritrovarsi isolati ed immersi nella natura. 

Per me la Valsesia è questo: un rifugio in cui tutto si ferma. 

Non ci sono gare, vittorie o sconfitte, solo la semplicità e la bellezza di vivere l’ambiente dal fiume alla montagna. Io sono molto grato a questa valle e cerco sempre di viverla nei mesi in cui gli impegni agonistici me lo consentono.

La minaccia di una nuova centralina sul fiume Sorba è l’ennesima occasione di deturpare un paesaggio che nessuno potrà mai più ridarci indietro, troppo spesso i nostri fiumi italiani sono sacrificati per far spazio a cemento e tubi. 

Sottostimare l’impatto che quest’opera avrebbe sulla valle e sull’ambiente sarebbe un errore imperdonabile, facciamo in modo che la Valsesia rimanga l’eccezione ed il punto di riferimento per un futuro più verde.

Dateci la possibilità di continuare a pagaiare sul Sorba, firmate la petizione!

Giovanni

Ogni firma conta, aggiungi la tua



giovannijpeg